Cima di CASCINA CIAPPI (930 m.)

Valli Gorzente
e Stura di Ovada
GE

In prossimità del punto culminante: un pino silvestre si staglia sullo sfondo
dei monti della valle Stura, in direzione di Masone/Rossiglione

le immagini più belle

Dalla cima verso la punta Martin


Mappa dell' Itinerario

DISLIVELLO: 
ai 45 metri che separano pian Sado dalla meta, si devono aggiungere alcune perdite di quota, per un totale di circa 60 metri.

ESPOSIZIONE:
prevalentemente Sud (pieno sole).

DIFFICOLTA':  
T (breve passeggiata su sterrato).

BREVE DESCRIZIONE
L’escursione si svolge interamente su uno sterrato particolarmente sconnesso, di fatti non percorribile dai normali automezzi ma piacevole per una breve camminata (1 ora e 15’ tra andata e ritorno circa), ideale quando il tempo a disposizione è poco.
L’ambiente circostante è estremamente interessante: la prateria è colonizzata da ginepri e soprattutto da numerosissimi pini silvestri, alcuni già adulti, moltissimi relativamente giovani (considerato che questa essenza forestale ha una crescita abbastanza lenta).
I pini silvestri conferiscono al paesaggio toni particolarmente suggestivi; le cime dalle forme dolci si perdono verso nord-est verso il Tobbio (di cui è visibile la cima, facilmente individuabile per la presenza di una chiesetta) e verso il gruppo del Figne, mentre verso sud è la Punta Martin a catturare l’attenzione grazie alle sue forme certamente più aspre rispetto alle cime circostanti.

 Claudio Trova, Giuliano Tomasetti & Fulvio Ferrua

torna a IN VETTA !