Punta MARTIN (1001 m.) e monte PENELLO (m. 995)

Valle Stura 
di Ovada
GE

L'ultimo tratto di sentiero prima della punta Martin

le immagini più belle

La sommità del monte Penello dal sentiero per la punta Martin


Mappa dell' Itinerario

DISLIVELLO:
205 m. circa all’andata e 40 m. circa al ritorno, per un totale di 245 m.; toccando anche la cima del monte Penello, il dislivello aumenta di circa 15 metri, per un totale di 260 m.   Nel caso si lasci l’auto al bivio presso il passo di Praglia, occorrerà aggiungere altri 40 m. di dislivello, per un totale di 300 m. circa.

ESPOSIZIONE: percorso lungo un’ampia dorsale, quasi interamente in pieno sole.

DIFFICOLTA':
T fino al monte Penello, quindi E.

BREVE DESCRIZIONE
Ben visibile da vari quartieri di Genova, facilmente individuabile dall’A26 (autostrada Voltri-Gravellona Toce) per la sua forma insolitamente aguzza, la punta Martin è meta frequente di passeggiate, escursioni e anche di arrampicate alpinistiche, arrampicate che si svolgono lungo la cresta rocciosa che dalla cima scende verso Acquasanta.
L’itinerario descritto ha invece carattere tipicamente escursionistico: privo di difficoltà, si sviluppa lungo l’ampia dorsale che uniche la punta Martin al passo di Praglia, attraverso dolci pendii, valichi poco incisi e cime tondeggianti, come il monte Penello che si sale con breve deviazione (sul Penello sono presenti due bivacchi).
Di grande interesse è certemente il panorama che si gode lungo l’intero percorso: sono ben visibili alcune cime del parco delle Capanne di Marcarolo assai note in zona (Tobbio, Figne, Taccone) e l’ampio tratto del golfo ligure compreso tra il monte di Portofino e capo Noli, inclusa una buona parte della città di Genova. 
Interessantissima è la vegetazione: le vaste praterie, che risultano dominanti nel paesaggio, sono rese più pittoresche da rocce affioranti e da numerosi pini austriaci e pini silvestri che, ora riuniti in piccole macchie ora in forma di esemplari isolati, conferiscono alla montagna aspetti quasi esotici, che richiamano alla mente scorci già  visti nei più celebri films western del passato.

 Claudio Trova, Giuliano Tomasetti & Fulvio Ferrua

torna a IN VETTA !