Cima della RAVINELLA (2117 m.)

Valle Strona
VB

La Punta dell'Usciolo vista dalla Cima della Ravinella
In primo piano si vede un tratto della breve cresta che sale sulla vetta.

le immagini più belle

Da inserire   


Mappa dell' Itinerario

DISLIVELLO: 810 m. circa

ESPOSIZIONE: Sud

DIFFICOLTA': E; EE nell'ultimo tratto (80 m. di dislivello) se in condizioni sfavorevoli (presenza di ghiaccio)

BREVE DESCRIZIONE
La Valle Strona, incuneata tra le frequentatissime Valsesia e Valle Anzasca, ha avuto un destino assai differente da quello delle sue illustri vicine; ancor oggi di difficile accesso (la carrozzabile, seppur asfaltata, è assai stretta), presenta borghi e frazioni conosciuti soltanto da un turismo locale, specialmente estivo; alcuni di questi, come Campello Monti, posto alla testata della valle, sono assai caratteristici, architettonicamente quasi integri e, anche se ormai abbandonati come insediamento stabile, ancora vivi grazie ad un turismo basato su antichi legami familiari con il territorio.
Le cime più famose della valle sono la Cima Capezzone ed il Monte Ronda; la Cima Ravinella, seppur minore, è comunque interessante sia per la relativamente semplice accessibilità (il percorso si svolge interamente su sentiero ben segnalato, ad esclusione dell'ultimissimo tratto), sia per l'esposizione sostanzialmente a mezzogiorno dell'itinerario di salita, esposizione sicuramente gradita nel periodo autunnale (anche invernale se in condizioni di scarsissimo innevamento) quando l'escursione appare più consigliabile.   Dalla vetta si gode di un buon panorama sia verso la pianura che verso la valle del Toce e le Alpi dell'Ossola, tra cui spicca il Monte Leone.

Claudio Trova, Giuliano Tomasetti & Fulvio Ferrua

torna a IN VETTA !