Monte ROTTA (2215 m.)

Valle Susa
TO


Mappa dell' Itinerario

NELLA FOTO A LATO:

l'iltimo tratto di sentiero prima del punto culminante

   ALTRE IMMAGINI

dalla vetta verso la conca di Cesana e lo Chaberton

 

dalla vetta verso Sestriere

 


A Sestriere gli dedicano addirittura una via del paese ed un centro di sci nordico: nonostante l'indiscussa notorietÓ di cui gode nella celebre localitÓ sciistica, il monte Rotta non Ŕ certo cima di rilievo, presentandosi come una modesta gobba lungo la cresta che dal Fraiteve scende verso Cesana.
Ci˛ nonostante Ŕ individuato con evidenza sulle diverse cartine della zona, forse per la facilitÓ di accesso a cui si associa il vasto panorama che si gode dalla cima.
Il punto culminante Ŕ raggiunto da un comodo percorso e consente di godere un panorama a 270░, dai monti a nord di Bardonecchia alle vette della val Chisone, passando attraverso lo Chaberton, le Alpi del Delfinato e le poderose cime dei valloni di Thures e Argentiera.
Inutile quindi dire che vale una camminata, o forse sarebbe meglio dire una passeggiata dal momento che il dislivello da superare Ŕ di poco superiore a 200 metri: la presenza di una vegetazione resinosa assai varia (larici, pini silvestri, mughi e cembri) aumenta l'interesse dell'escursione.

Caratteristiche dell'escursione

LocalitÓ di partenza: centro sci di fondo Monte Rotta

Dislivello:  230 m. considerando le perdite di quota

Esposizione: prevalentemente sud

DifficoltÓ:  T fino a 2170 m. di quota, quindi E

Segnaletica: indicazioni varie, segni biancorossi dall'inizio del sentiero

Punti d'appoggio: nessuno 

Periodo consigliato: dalla tarda primavera all'autunno.

L'itinerario completo a cura di Claudio Trova Ŕ stato pubblicato su
Le Guide della Rivista del Trekking - Valle Susa - Clementi Editore, Genova - 2004

 Claudio Trova, Giuliano Tomasetti & Fulvio Ferrua

torna a IN VETTA !